(Melograno)

MORFOLOGIA

PORTATA
Arbusto. Altezza fino a 6 m.

FOGLIA
Caduca. Foglie brillanti e di colore verde chiaro con forma lanceolata con fiori grandi di color rosato.

CORTECCIA
Liscia con formazioni squamose che si rinnovano annualmente.

RADICI
Superficiali e poco aggressive.

FRUTTO/SEME
Dentro al frutto, il melograno.

ESIGENZE SUOLO
Gran tolleranza a molti tipi di terreno.

CLIMA
Mediterraneo. Resistente a temperature minime di -10ºC secondo la persistenza del freddo.

USI

Il Punica granatum è una buona alternativa per:

  • Spazi que non permettono alberi di grandi dimensioni.
  • Le dimensioni e le caratteristiche del Punica Granatum permettono il suo utilizzo in ogni tipo di spazio e di terreno, eccettuate le zone fredde, nelle quali si può destinarlo ad aree che siano al riparo dalle gelate.

LOGISTICA E MANUTENZIONE

  • Non viene favorito dall’eccesso di umidità del terreno.
  • Sopporta bene i periodi di siccità proprio del Mediterraneo e si mantiene in perfetto stato con bassi livelli di nutrienti.
  • Tollera bene la potatura drastica.

PRECAUZIONI

  • ensibile alla carenza di ferro e di magnesio, soprattutto in terreni calcarei dove molto spesso questi elementi sono bloccati. Utilizzare chelati per la correzione della clorosi.
  • Si beneficia specialmente dei trattamenti preventivi a base di rame.
  • È molto sensibile alle piaghe di afidi. Sono raccomandati trattamenti preventivi a base di insetticidi specifici.

CURIOSITÀ

Alcuni studiosi affermano che i primi a coltivare detta pianta furono i fenici, e da ciò deriva il suo nome “punica”, mentre la specie “granatum” deriva dal latino “granatus”, che significa chicco.
Il frutto, il melograno, possiede molte qualità benefiche, tra le quali quella per il sistema digestivo e quella per combattere l’ulcera.

IMMAGINI